Cina, rallenta la crescita nel settore servizi

(Teleborsa) – Bene l’industria cinese nel mese di dicembre, con l’attività che continua a mostrarsi in espansione in entrambi i settori manifatturiero e servizi.

Il PMI composito elaborato da Caixin/Markit, che prende in considerazione entrambe i comparti, è sceso a quota 52,6 punti rispetto ai 53,2 punti di novembre (massimo degli ultimi 21 mesi).

Guardando nel dettaglio il PMI del settore servizi è diminuito a 52,5 dai 53,5 punti precedenti, restando sopra la soglia dei 50 punti che denota espansione.

“L’economia generale della Cina ha continuato a stabilizzarsi – ha commentato Zhengsheng Zhong, Director of Macroeconomic Analysis at CEBM Group – . Gli indicatori di nuovi ordini, occupazione e prezzi di produzione sono rimasti tutti in territorio positivo nonostante i modesti cali. È difficile migliorare la misura della fiducia delle imprese, che è rimasta a un livello relativamente basso a dicembre. Questo è diventato un grosso ostacolo alla stabilizzazione dell’economia. In prospettiva, l’accordo commerciale di fase uno tra la Cina e gli Stati Uniti dovrebbe essere in grado di aiutare a recuperare il sentiment aziendale. L’economia cinese dovrebbe iniziare bene il 2020, ma sarà ancora limitata dalla debolezza della domanda per il resto dell’anno“.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cina, rallenta la crescita nel settore servizi