Cina: “Pronti a ritorsioni per salvaguardare la nostra economia”

(Teleborsa) – Non si fa attendere la risposta cinese alla decisione di Donald Trumpdi imporre, a partire dal prossimo 24 settembre, nuove tariffe per 200 miliardi di dollari ai beni di importazione cinese negli USA. Già ieri, prim’ancora dell’annuncio dell’ufficialità dei dazi, dal Ministero degli Esteri di Pechinosi era parlato di una Cina eventualmente “pronta a prendere le contromisure necessarie”, a causa di negoziati “svolti in modo non paritario”.

La prima reazione odierna arriva invece da un portavoce del Ministero del Commercio, che vede una Cina pronta a ritorsioni per “salvaguardare i propri diritti e interessi legittimi e l’economia e l’ordine globale del commercio”, con la decisione di Trump che porterà inevitabilmente a “nuove incertezze” nel rapporto tra Pechino e Washington.

Dichiarazioni forti, che rendono vani gli incontri degli ultimi giorni tra le delegazioni dei due Paesi, che avevano tentato invano di rimediare in extremis a dei rapporti già fortemente compromessi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cina: “Pronti a ritorsioni per salvaguardare la nostra econ...