Cina, piccoli passi in avanti per il PMI Caixin

(Teleborsa) – Ancora un moderato incremento mensile, il secondo consecutivo dopo sei mesi in contrazione, per la manifattura cinese.

A novembre il PMI manifatturiero elaborato da Caixin/Markit è salito a quota 50,2 punti rispetto ai 50,1 punti di ottobre, dopo aver toccato i minimi da 16 mesi a settembre. Il dato risulta superiore alle attese degli analisti che avevano stimato undato stabile a 50,1 punti.

Secondo Markit, nel Paese asiatico si è assistito ad un aumento totale dei nuovi lavori, ma la tendenza all’export rimane bassa. L’inflazione dei costi di produzione si riduce al minimo di sette mesi.

“Il PMI cinese è arrivato a 50,2 a novembre. Il sotto indice per i nuovi ordini ha continuato a salire, indicando un miglioramento della domanda, che potrebbe essere dovuto a una recente serie di politiche governative mirate a sostenere il settore privato” ha dichiarato Zhengsheng Zhong, Direttore del Macroeconomic Analysis al CEBM Group.

Cina, piccoli passi in avanti per il PMI Caixin