Cina, per Confindustria è “catastrofico” se diventa economia di mercato

(Teleborsa) – “La Commissione Europea ha compiuto l’ennesimo autogol a scapito delle imprese dopo la grottesca vicenda della firma del CETA (trattato commerciale UE-Canada) che ha inferto un colpo mortale alla credibilità dell’Europa in campo commerciale”. Lo ha detto Lisa Ferrarini, vicepresidente per l’Europa di Confindustria, sottolineando che “la proposta che doveva dare all’industria una robusta difesa dal dumping cinese è addirittura catastrofica”.

Ferrarini auspica che “Consiglio e Parlamento la rivedano a fondo” perché se venisse approvata cosi com’è “le conseguenze sulla produzione, sull’occupazione e sulla sopravvivenza di interi settori e comparti industriali strategici per l’Italia e l’Europa sarebbero devastanti”. E avverte che “se la Commissione continuerà a gestirla in questo modo, fare impresa e creare occupazione in Europa diventerà impossibile”. Con l’avvio dell’iter legislativo “daremo battaglia in tutte le sedi affinché questo provvedimento venga profondamente modificato o ritirato”.

Cina, per Confindustria è “catastrofico” se diventa econo...