Cina, l’inflazione scivola per il terzo mese di fila, minimi da sette mesi

(Teleborsa) – L’inflazione in Cina rallenta nel mese di luglio, perdendo velocità per il terzo mese consecutivo. Lo scorso mese, i prezzi al consumo sono aumentati dell’1,8% dal +1,9% di giugno, la più bassa crescita da sette mesi. Il dato è in linea con le stime degli economisti.

L’Ufficio Nazionale di Statistica che ha diffuso il dato ha precisato che il rallentamento della crescita dei prezzi degli alimentari (+3,3% dal +4,6% di giugno) è stato il fattore principale che ha pesato sull’inflazione. 

Il risultato è ben al di sotto delle stime di Pechino che prevede un’inflazione al 3% quest’anno. 

Su base mensile, i prezzi al consumo sono cresciuti dello 0,2% contro il -0,1% di giugno. 

Lo stesso Ufficio di Statistica ha annunciato inoltre che i prezzi alla produzione sono calati dell’1,7%, a luglio, a fronte del -2,6% del mese precedente. Si è trattato del 35esimo calo su base annua di fila. Gli analisti avevano previsto una discesa dell’1,9%.

Ieri sono stati diffusi i dati sul commercio che hanno gettato ombre sull’economia del Dragone. Il commercio estero cinese, sia dal lato dell’export che da quello delle importazioni, ha registrato una frenata, suggerendo un ulteriore indebolimento della domanda internazionale.

Cina, l’inflazione scivola per il terzo mese di fila, minimi da ...