Cina, l’attività manifatturiera rallenta a luglio

(Teleborsa) – In rallentamento l’attività manifatturiera in Cina. Secondo il sondaggio mensile di Caixin/Markit, il PMI manifatturiero è sceso a luglio a 50,3 punti, dai 51,3 precedenti e rispetto ai 51 attesi, rimanendo ancora sopra la soglia critica dei 50 punti. Si tratta del livello più basso dal mese di maggio 2020.

Il trend registrato dall’indicatore pubblicato da Caixin replica quello del PMI elaborato dall’Istituto statistico nazionale, che indicava un valore di 50,4 punti contro i 50,9 di giugno.

Le imprese intervistate hanno affermato che la domanda di mercato si è indebolita e che gli alti prezzi di produzione, dovuti anche agli elevati prezzi delle materie prime, hanno limitato i volumi di vendita.

(Foto: Marci Marc)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cina, l’attività manifatturiera rallenta a luglio