Cina, la manifattura dà chiari segni di rafforzamento a ottobre

(Teleborsa) – La manifattura cinese offre chiari segni di rafforzamento all’inizio del quarto trimestre del 2016, con la produzione che si espande al tasso di crescita più alto degli ultimi cinque anni e mezzo, grazie al forte recupero degli ordinativi.

Lo rileva l’ultimo sondaggio condotto da Markit Caixin fra i direttori acquisto delle aziende manifatturiere. L’indice PMI manifatturiero,  che sintetizza le aspettative degli addetti all’approvvigionamento delle imprese, è salito a 51,2 punti dai 50,1 precedenti, risultando al top da luglio 2014. 

Il miglioramento è stato indotto da un forte aumento della produzione, connesso alla ripresa degli ordinativi; questi hanno beneficiato soprattutto dell’aumento della domanda interna, laddove gli ordini all’export sono calati lievemente.

C’è però anche un dato negativo, relativo all’occupazione, ha toccato i tassi di crescita più bassi degli ultimi 17 mesi, ed all’inflazione, che si è portata ai massimi da settembre 2011, segnalando la possibilità di un raffreddamento delle misure espansive lanciate dalla banca centrale.

Cina, la manifattura dà chiari segni di rafforzamento a ottobre