Cina, “Il dollaro impone agli Stati Uniti maggiori responsabilità”

“La lenta ripresa delle economie occidentali implica il fatto che la Federal Reserve non dovrebbe alzare i tassi di interesse nel breve periodo”. E’ questo il pensiero espresso dal ministro delle finanze cinese, Lou Jiwei, nel suo intervento fatto durante la riunione annuale della Banca Mondiale e del Fondo Monetario Internazionale a Lima.

Lou Jiwei ha detto che le economie occidentali non sono da biasimare per il malessere economico globale, perché i loro recuperi lenti non stanno creando una domanda sufficiente.

“Gli Stati Uniti non sono ancora sul punto di alzare ancora i tassi di interesse, perché eventuali contraccolpi ricadrebbero direttamente sotto la loro responsabilità”, ha detto ancora Lou Jiwei in una intervista pubblicata oggi da China Business News.

Il ministro cinese ha detto che gli Stati Uniti “dovrebbero assumersi responsabilità globali”, non fosse altro per lo status del dollaro come moneta mondiale.

I commenti di Lou sono arrivati dopo il folgorante recupero delle borse asiatiche messo a segno dall’inizio del mese, proprio sull’eventualità di uno slittamento del ritocco dei tassi Usa.

“La disponibilità delle Banche Centrali verso eventuali misure di stimolo, qualora si rendessero necessarie, sono stati interpretati dai mercati come un segno di stabilizzazione, dando la possibilità di scovare delle opportunità di acquisto, soprattutto nei settori più penalizzati come quello delle materie prime”, ha detto Nicholas Yeo, capo dell’area azionaria per il mercato Cinese e di Hong Kong, per la britannica Aberdeen Asset Management.

Pechino, fino ad ora, ha evitato di lanciare misure di stimolo diffuse per rilanciare la crescita, ma qualcosa ha iniziato a predisporre, facendo ricorso nelle ultime settimane ad una costante immissione di liquidità in settori economici ben precisi, come quello delle abitazioni e delle auto, per stabilizzare il sentiment degli investitori, provato dalla forte volatilità dei mesi estivi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963