Cina, governo stima PIL 2021 oltre il 6%

(Teleborsa) – La Cina punta ad una crescita di oltre il 6% quest’anno in un contesto inflattivo “intorno al 3%”. Lo ha annunciato il premier cinese Li Keqiang in occasione dell’apertura dei lavori annuali del Congresso nazionale del popolo, il ramo legislativo del parlamento cinese.

Tra gli obiettivi del governo cinese c’è anche la creazione di più di 11 milioni di nuovi posti di lavoro nelle aree urbane, dove la disoccupazione è vista intorno al 5,5%.

Dopo una espansione del 2,3% nel 2020, la seconda economia mondiale vuole reagire alla crisi pandemica del Covid-19 con maggiori sforzi su riforme, innovazione e sviluppo di alta qualità. Il premier cinese fa sapere inoltre che il governo prevede un deficit di bilancio del 3,2% sul Prodotto Interno Lordo, una solida crescita dei redditi e un forte aumento sia dei volumi sia della qualità delle importazioni.

Il budget militare aumenterà del 6,8% quest’anno, in lieve aumento rispetto al 6,6% dello scorso anno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cina, governo stima PIL 2021 oltre il 6%