Cina e petrolio frenano Wall Street, attesa per la Fed

(Teleborsa) – Il ribasso del greggio e i deboli dati sull’industria cinese frenano la piazza di Wall Street, mentre la cautela regna tra gli investitori in vista dei dati sul mercato del lavoro statunitense, in agenda venerdì. Più vicino l’appuntamento con la Federal Reserve che pubblicherà stasera il Beige Book, un rapporto sullo stato dell’economia nei 12 distretti in cui si divide, che viene pubblicato ogni sei settimane. 

Il Dow Jones è sostanzialmente stabile e si posiziona su 17.772 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità l’indice S&P-500, che continua la giornata a 2.097 punti. Senza direzione il Nasdaq 100 (+0,05%), come l’S&P 100 (0,0%).

Sanitario (+0,46%) e Beni di consumo primario (+0,43%) in buona luce sul listino S&P 500. Il settore Telecomunicazioni, con il suo -1,23%, si attesta come peggiore del mercato.

In cima alla classifica dei colossi americani componenti il Dow Jones, JP Morgan (+0,83%), United Health (+0,78%) e Procter & Gamble (+0,67%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Nike, che continua la seduta con -1,19%.

Soffre Verizon Communication, che evidenzia una perdita dell’1,13%. Discesa modesta per IBM, che cede un piccolo -0,82%. Pensosa Walt Disney, con un calo frazionale dello 0,85%.

Cina e petrolio frenano Wall Street, attesa per la Fed