Cina, brusca frenata inflazione a marzo

(Teleborsa) – Crolla l’inflazione in Cina a marzo quando l’effetto epidemia Covid-19 ha esplicato pienamente i suoi effetti. Secondo il National Bureau of Statistics, l’inflazione ha registrato un incremento tendenziale del 4,3% dopo il 5,2% di febbraio. Il dato è inferiore alle attese degli analisti (4,8%).

Rispetto al mese precedente, invece, i prezzi al consumo segnano un decremento dell’1,2%, più ampio del consensus (-0,7%), dopo il +0,8% precedente.

Sacrificati anche i prezzi alla produzione, che hanno mostrato un decremento tendenziale dell’1,5% dopo il -0,4% di febbraio. Il dato è inferiore alle attese degli analisti che indicavano una contrazione più limitata dell’1,1%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cina, brusca frenata inflazione a marzo