Cina, ancora debole la manifattura ma il terziario tiene

(Teleborsa) – Dall’attività economica cinese, giungono ancora segnali in chiaro scuro. Il settore manifatturiero si conferma debole mentre quello dei servizi mostra una buona performance.

Secondo le rilevazioni ufficiali dell’Istituto nazionale di statistica, l’indice PMI manifatturiero si attesta a 49 punti, nel mese di luglio (50 punti il dato precedente), e leggermente sotto le attese degli analisti. L’indicatore resta così sotto quota 50 punti, ovvero in zona contrazione.

Nel dettaglio, il sottoindice che misura i nuovi ordini è sceso a 50,4 da 50,5 di giugno, mentre il sottoindice relativo alla produzione è sceso a 52,1 da 52,5.

L’analogo indice, elaborato da Caixin mostra, sempre a luglio, un indice che si colloca a 50,6 punti dai 48,6 di giugno e contro attese di consensus a 48,7 punti. 

Quanto al settore terziario, l’ufficio nazionale di statistica mostra un indice a 53,9 punti dai 53,7 di giugno.

Cina, ancora debole la manifattura ma il terziario tiene