Chiudono al rialzo i mercati europei

(Teleborsa) – Bilancio positivo a fine giornata per i mercati finanziari del Vecchio Continente, dopo una seduta trascorsa all’insegna del nervosismo, con gli investitori preoccupati per la variante Delta e la conseguente reintroduzione di misure di contenimento in alcuni Paesi che, del resto, rischia di frenare la ripresa economica.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA scambia sui valori della vigilia a 1,185. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.771 dollari l’oncia. Forte rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mette a segno un guadagno del 2,06%.

Torna a scendere lo spread, attestandosi a +104 punti base, con un calo di 3 punti base,mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,80%.

Nello scenario borsistico europeo seduta senza slancio per Francoforte, che riflette un moderato aumento dello 0,47%, buona performance per Londra, che cresce dell’1,25%, e sostenuta Parigi, con un discreto guadagno dello 0,71%. Segno più in chiusura per il listino italiano, con il FTSE MIB in aumento dello 0,73%; sulla stessa linea, lieve aumento per il FTSE Italia All-Share, che si porta a 27.532 punti.

A Piazza Affari risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,51 miliardi di euro, con un incremento di ben 847,4 milioni di euro, pari al 50,96% rispetto ai precedenti 1,66 miliardi; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,47 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,6 miliardi di azioni.

Su 427 titoli scambiati sulla borsa di Milano, 150 azioni hanno chiuso in territorio negativo, mentre 236 azioni hanno portato a casa un rialzo. Invariate le altre 41 azioni del listino milanese.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Unicredit (+2,51%), Leonardo (+2,32%), Saipem (+2,06%) e Tenaris (+1,91%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su Unipol, che ha archiviato la seduta a -1,89%.

Seduta negativa per Buzzi Unicem, che mostra una perdita dell’1,39%.

Sotto pressione Ferrari, che accusa un calo dell’1,32%.

Scivola DiaSorin, con un netto svantaggio dell’1,25%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Danieli (+4,72%), Mutuionline (+3,61%), La Doria (+2,52%) e Zignago Vetro (+2,38%).

I più forti ribassi, invece, si sono verificati su doValue, che ha archiviato la seduta a -1,51%.

In rosso El.En, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,03%.

Spicca la prestazione negativa di Piaggio, che scende dell’1,03%.

Discesa modesta per Carel Industries, che cede un piccolo -0,99%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chiudono al rialzo i mercati europei