Chip USA ancora in difficoltà su dubbi analisti

(Teleborsa) – Sessione debole per i semiconduttori statunitensi, al momento peggior benchmark settoriale con una limatura dello 0,13%.

A guidare i ribassi sono Advance Micro Devices (AMD), che sta cedendo il 3,46% al Nasdaq di Wall Street, e Nvidia, che arretra dell’1,41% all’indomani di una sessione molto negativa che ha visto vendite diffuse su tutti i principali player di settore.

A scatenarle il crollo di Samsung Electronics, a sua volta piegata da un downgrade di Morgan Stanley. Secondo la banca d’affari è arrivato un momento di “pausa” per i chipmaker, che quest’anno hanno avuto “performance stellari”.

Oggi a mettere sotto pressione il comparto è Mizhuo. Secondo il broker il prossimo anno il mercato delle criptovalute potrebbe essere meno importante per i produttori di semiconduttori.

Chip USA ancora in difficoltà su dubbi analisti
Chip USA ancora in difficoltà su dubbi analisti