Chip, la giapponese Softbank mette le mani su ARM Holdings

(Teleborsa) – Non spaventa la Brexit, non gli investitori internazionali, che trovano ancora opportunità d’acquisto in Regno Unito. La società d’investimento giapponese Softbank acquisterà il produttori dei chip britannico ARM Holdings  per 24,3 miliardi di sterline, equivalenti a 32 miliardi di dollari ed a circa 29 miliardi di euro. 

Le due società nel corso del weekend hanno trovato l’accordo: Softbank pagherà 17 sterline per ogni azione ARM, con un premio di circa il 43%, garantendo anche agli azionisti un dividendo straordinario.

Il titolo infatti si è subito allineato al prezzo di offerta, questa mattina, e vanta alla City di Londra un progresso del 43% a 1.700 pence per azione (appunto 17 sterline).

ARM è l’azienda più in vista a Londra nel settore tech e vanta, fra i maggiori clienti, società leader nel settore degli smartphone come Samsiung, Huawei  ed Apple. 

Dal canto suo, Softbank non farà aumenti di capitale per finanziare l’operazione ed ha solo siglato un prestito con Mizuho Bank per finanziare 1000 miliardi di yen, pari ad un terzo del valore dell’operazione. Non intende cambiare nulla in ARM, né il management né la struttura organizzativa ed ha, anzi, pianificato anche nuove assunzioni in Regno Unito ed altrove.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chip, la giapponese Softbank mette le mani su ARM Holdings