Chimica, maxi fusione in vista fra Du Pont e Dow Chemical

(Teleborsa) – Il gigante della chimica Du Pont sembra voler cambiare rotta e, dopo le trattative fallite con la svizzera Syngenta per integrare le attività agricole, starebbe ora guardando al mercato domestico ed, in particolare, alla connazionale Dow Chemical. 

Secondo il Wall Street Journal, le due compagnie sarebbero in trattative per una eventuale aggregazione, che creerebbe un colosso da 120 miliardi di capitalizzazione nel settore della chimica. Il deal, che risponderebbe all’esigenza di razionalizzazione del settore, potrebbe essere firmato ed annunciato a breve. 

Stando alle indiscrezioni, la fusione sarebbe stata stimolata dalle pressioni degli azionisti delle due società verso una razionalizzazione e focalizzazione sui business a maggiore sviluppo. In caso di firma dell’accordo, il CEO di Dow Chemical, Andrew Liveris, verrebbe eletto Presidente esecutivo, mentre il CEO resterebbe quello di Du Pont, Edward Breen. 

Le vendite sono stimate in 90 miliardi di dollari, ma soprattutto la società nata dalla fusione rappresenterebbe il terzo più grande produttore mondiale nel settore della chimica e deterrebbe una quota di mercato del 17% nel settore dei pesticidi. In agricoltura, il gruppo controllerebbe i mercati del mais e della soia con quote attorno al 40%.

Chimica, maxi fusione in vista fra Du Pont e Dow Chemical