Chi è l’economista Federico Arata e perché piace alla Lega

Chi è Federico Arata, il giovane economista che ha firmato un cntratto di assunzione con il Dipartimento programmazione economica

Bufera tra Movimento 5 Stelle e Matteo Salvini e questa volta il motivo è un’assunzione.

Stiamo parlando di Federico Arata – figlio del noto imprenditore Paolo – e che avrebbe firmato un contratto di assunzione con il Dipartimento programmazione economica, poi registrato dalla Corte dei Conti. L’assunzione voluta dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti, getta diverse ombre di dubbi, dopo le ultime vicende che hanno visto Paolo Arata indagato insieme al sottosegretario Armando Siri, per corruzione.

Di fronte agli insistenti chiarimenti richiesti da parte dei 5 Stelle, gli esponenti della Lega hanno risposto in una nota così: “parlamentari e ministri della Lega continuano a lavorare anche in questi giorni di festa. Non rispondono a polemiche e insulti che si sgonfieranno nell’arco di qualche ora. Federico Arata è persona preparata”.

Pieno supporto quindi da parte della Lega che considera Federico una persona preparata dal punto di vista professionale e idoneo al ruolo per cui ha firmato il contratto di assunzione.

Chi è Federico Arata

Classe 1985 e nato nella città di Genova, Federico ha conseguito una laurea in Economia e Commercio alla Luiss alla quale sono poi seguiti diversi master a Torino, Londra, Parigi. Parla fluentemente ben quattro lingue, capisce l’Urdu e si sposta per lavoro tra Zurigo e Londra.

Ora lavora presso la società di investimenti Sturgeon Capital, ma ha lavorato anche per diversi istituti di credito come Nomura, Alzahid Group, Credit Suisse.

Il suo primo contatto con la Lega risale – a quanto pare – al 2017, quando Federico lavorava per il Carroccio. È stato il giovane economista ad organizzare il viaggio negli States di Matteo Salvini ed è stato sempre lui a mettere in contatto il vicepremier italiano con Donald Trump.

Inoltre, il contributo di Federico sarebbe stato determinante per il rafforzamento dell’alleanza tra le forze nazionaliste e anti-europee e la Lega.

Stando alle dichiarazioni fatte riguardo i suoi interessi, Federico ha affermato che ama viaggiare. Ha infatti visitato 123 Paesi ed è anche appassionato di immersioni, fotografia e alpinismo.

Per quanto riguarda la vicenda che vede protagonista papà Paolo, Federico rispondendo all’Espresso, ha dichiarato di essere estraneo ai fatti e ai rapporti d’affari del padre.

federico-arata

Chi è l’economista Federico Arata e perché piace alla Leg...