Chevron in calo su flessione del greggio

(Teleborsa) – Giornata “no” per i titoli oil, con il colosso petrolifero statunitense Chevron, in perdita del 2,56% sulla flessione del prezzo dell’oro nero. A new York le quotazioni del Light Crude stanno registrando una discesa del 2% circa a 44,27 dollari al barile.

Comparando l’andamento del titolo con l’indice Dow Jones, su base settimanale, si nota che il gigante oil di San Ramon mantiene forza relativa positiva in confronto con l’indice, dimostrando un maggior apprezzamento da parte degli investitori rispetto all’indice stesso (performance settimanale +2,64%, rispetto a +0,19% del Dow Jones).

Le implicazioni tecniche di medio periodo sono sempre lette in chiave rialzista, mentre sul breve periodo stiamo assistendo ad un indebolimento della spinta rialzista per l’evidente difficoltà a procedere oltre quota 93,41 dollari USA. Sempre valido il livello di supporto più immediato a controllo della fase attuale visto in area 91,45. Le attese più coerenti propendono per un’estensione del movimento correttivo verso quota 90,75 da manifestarsi in tempi ragionevolmente brevi.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chevron in calo su flessione del greggio