Chesapeake Energy resta a galla nonostante la maxi perdita

(Teleborsa) – Pioggia di acquisti su Chesapeake Energy, che passa di mano con un aumento del 24,20%.

Oggi la compagnia energetica statunitense ha alzato il velo sul bilancio del 2015, chiusosi con una perdita di oltre 14 miliardi di dollari a causa soprattutto della svalutazione di diversi asset dovuta a sua volta al crollo delle quotazioni del greggio.

A dare linfa al titolo il fatto che i ricavi, pur scesi del 53%, sono risultati migliori delle attese.

Il mercato ha premiato inoltre gli sforzi compiuti per restare a galla in questa delicata situazione, in particolare il taglio del debito di oltre 2 miliardi di dollari.

Chesapeake ha inoltre annunciato di voler guadagnare circa 1 miliardo di dollari dalla vendita di divisioni non core.

L’analisi del titolo eseguita su base settimanale mette in evidenzia la trendline rialzista di Chesapeake Energy più pronunciata rispetto all’andamento dell’indice S&P-500. Ciò esprime la maggiore appetibilità verso il titolo da parte del mercato.

Per il medio periodo, le implicazioni tecniche assunte da Chesapeake Energy restano ancora lette in chiave negativa. Qualche segnale di miglioramento emerge invece per l’impostazione di breve periodo, letto attraverso gli indicatori più veloci che evidenziano una diminuzione della velocità di discesa. Possibile a questo punto un rallentamento della discesa in avvicinamento a 2,377 dollari USA. La resistenza più immediata è stimata a 2,647. Le attese sono per una fase di reazione intermedia tesa a riposizionare il quadro tecnico su valori più equilibrati e target a 2,917, da raggiungere in tempi ragionevolmente brevi.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chesapeake Energy resta a galla nonostante la maxi perdita