PROMO

Che cos’è il mercato del Forex e come funziona: nozioni base

I fondamenti del mercato Forex e del trading per poter investire in autonomia e sicurezza

I mercati azionari e obbligazionari non sono gli unici che permettono di investire nella speranza di riuscire a far crescere il proprio capitale e guadagnare così del denaro.

Al fianco di questi mercati più conosciuti dal grande pubblico ci sono mercati meno conosciuti che, però, offrono ugualmente ottime opportunità di ritorno e guadagno. Il mercato Forex, ad esempio, è il mercato in cui vengono scambiate le valute e viene quotato il valore di una moneta. Il funzionamento del Forex non è troppo dissimile da quello del mercato azionario. In quest’ultimo, investitori e trader cercano di approfittare delle variazioni di prezzo delle azioni delle aziende quotate; nel mercato Forex i trader cercheranno di approfittare delle fluttuazioni delle quotazioni delle varie valute monetarie e far crescere il valore del proprio portfolio di investimento.

Cos’é il Forex

Forex è l’abbreviazione di Forex Exchange, che è il mercato valutario, dove le valute sono scambiate tra loro. Queste operazioni nel mercato Forex creano fluttuazioni nel prezzo delle valute, che il trader Forex cercherà di sfruttare per aumentare il valore del proprio investimento e creare così profitto.

Il mercato Forex è un mercato globale, il secondo in termini di volume di trading dopo il mercato dei tassi di interesse. Un mercato che non smette di crescere in tutto il mondo.

Cos’è il trading e cosa fa un trader?

Il trading altro non è che l’acquisto e la vendita di attività finanziarie per trarre vantaggio dall’aumento o dalla diminuzione dei prezzi delle stesse. Il trader, invece, è “l’operatore di mercato” che compie acquisti e vendite su mercati di varia natura: da quello azionario a quello obbligazionario, passando per quello dei titoli di stato e, ovviamente, quello delle valute.

A differenza di un investitore “classico” che acquista un prodotto e attende che il suo valore aumenti nel tempo prima di rivenderlo, un trader di solito adotta un approccio più dinamico, con transazioni che possono durare alcuni giorni, minuti o anche secondi. Si tratta di un approccio potenzialmente più lucrativo, ma anche più rischioso.

Il Forex trading, dunque, consiste nell’acquistare o vendere coppie di valute sul Forex, cercando di prevedere quale direzione prenderà la coppia nei giorni o minuti successivi. Il trading sul Forex può essere rischioso, quindi dovresti cercare di prepararti al meglio e assicurarti di aver compreso i rischi, prima di investire il tuo denaro.

Comprendere il trading: come fare trading forex?

Per fare trading sul Forex, è necessario registrarsi presso un broker e aprire un conto online. Prima di tutto, si raccomanda di iniziare con un conto demo gratuito per commerciare online ed imparare senza rischi, per poi investire il proprio denaro reale una volta consolidate le competenze necessarie. Imparare le basi del trading è un requisito essenziale per comprendere il Forex e progettare una crescita dei fondi.

Comprendere il mercato forex

Il principio base del funzionamento del mercato Forex passa dal concetto di “coppia”. Mentre nel mercato azionario si opera e si investe sulle azioni di singole aziende, nel mercato Forex si opera sulle coppie di valute. Ciò vuol dire che il valore di una valuta è espresso non in senso assoluto, ma in relazione a quello di un’altra valuta.

Come leggere una quotazione Forex

Quando si legge che la coppia EURUSD è a 1.1500, bisogna capire che 1 euro vale 1,15 dollari. L’EUR è la valuta di base e il USD è la valuta di quotazione. Così, la coppia EURUSD dà il valore di 1 euro espresso in dollari; al contrario, la coppia USDEUR dà la quotazione del dollaro in r. Generalmente, la quotazione sulle piattaforme di trading mostra da 4 a 5 decimali.

Coppie di valute su cui investire

É facile capire che ci sono centinaia di coppie di valute da negoziare sul Forex, ognuna delle quali è espressa in termini di valore di ciascuna delle altre valute: EURUSD (coppia Euro-Dollaro Statunitense), EURGBP (coppia Euro-Sterlina Britannica), EURJPY (coppia Euro-Yen Giapponese), USDJPY (coppia Dollaro Statunitense-Yen Giapponese), USDJPY (coppia Dollaro Statunitense-Yen Giapponese), USDCHF (coppia Dollaro Statunitense-Franco Svizzero), USDCAD (coppia Dollaro Statunitense-Dollaro Canadese) e così via.

Tuttavia, i trader Forex spesso scelgono di concentrarsi solo sulle valute principali, chiamate anche “majors”: EURUSD, GBPUSD, USDJPY e USDCHF, aggiungendo talvolta AUDUSD (coppia Dollaro Australian-Dollaro Statunitense), NZDUSD (coppia Dollaro Neozelandese-Dollaro Statunitense) e USDCAD (coppia Dollaro Statunitense-Dollaro Canadese). Ciò consente un migliore monitoraggio delle variazioni dei prezzi, ma anche degli eventi attuali che incidono sui prezzi. E, ovviamente, di diversificare i propri investimenti, così da mettersi al riparo da eventuali variazioni improvvise delle quotazioni di una coppia.

Cosa influisce nel mercato forex

Il Forex trading richiede il monitoraggio dell’andamento dei prezzi e degli eventi attuali, ma anche la comprensione di come questi eventi influenzano le valute. Per fare l’analogia della borsa valori, possiamo considerare che il Paese (o zona valutaria) è l’azienda, e la valuta è l’azione. Qualsiasi notizia positiva o negativa su un Paese influenzerà la valutazione della sua valuta, sempre secondo il principio della domanda e dell’offerta.

Alcuni dei fattori che influenzano maggiormente il tasso di cambio di una valuta sono i tassi di interesse, l’inflazione, la crescita economica, l’occupazione, ma anche gli eventi politici. Per non parlare della politica monetaria delle banche centrali. Ecco perché il calendario economico è uno strumento di lavoro essenziale per ogni trader.

Perché scegliere il mercato forex

Il mercato Forex è aperto 24 ore al giorno, 5 giorni alla settimana. Pertanto, offre la possibilità di operare in fasce orarie più lunghe rispetto ad altri mercati. Questo è particolarmente utile quando un evento è previsto in orario serale, ma anche per aprire/chiudere una posizione in qualsiasi momento, senza dover aspettare che i mercati riaprano il giorno successivo e subiscano differenze di prezzo.

Questo può risparmiare al trader alcune spiacevoli sorprese in caso di notizie sfavorevoli dopo gli orari di chiusura degli altri mercati. Inoltre, il Forex è il mercato più liquido del mondo, il che rende facile trovare una controparte per la propria posizione. Questo permette di eseguire rapidamente gli ordini di trading ed evita differenze tra il prezzo di vendita e il prezzo ottenuto: lo slippage. Infine, le commissioni per il Forex trading sono generalmente inferiori a quelle di altri mercati.

Quale strategia di trading scegliere?

Due correnti principali si scontrano nelle teorie commerciali: l’analisi fondamentale e l’analisi tecnica.

  • L’analisi fondamentale consiste nello studio e nell’analisi dei dati economici per determinare il valore di un’azienda o lo stato di salute di un Paese. Il risultato è un valore “fondamentale” o “reale” del titolo o della valuta, che viene confrontato con il valore osservato sul mercato.
  • L’analisi tecnica consiste nello studio dei grafici dei prezzi, supponendo che alcuni modelli siano ripetuti. La pratica comprende anche studi statistici sull’evoluzione dei prezzi. Indirettamente, ci occupiamo anche della psicologia e del comportamento massiccio dei trader.

In breve, l’analisi fondamentale si concentra sull’azienda, il Paese o il bene rappresentato; l’analisi tecnica si concentra sui movimenti dei prezzi. C’è un consenso sul fatto che le due pratiche dovrebbero essere combinate, anziché limitarsi e sceglierne una sola.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Che cos’è il mercato del Forex e come funziona: nozioni base