Certificazione Nord Stream 2 sospesa da autorità tedesca. Gas balza del 10%

(Teleborsa) – La Bundesnetzagentur, l’autorità tedesca per l’energia, ha sospeso temporaneamente la procedura per la certificazione del Nord Stream 2, lo strategico gasdotto che porterà il gas russo in Germania, affermando che il consorzio svizzero deve formare una società soggetta alla legge tedesca per assicurarsi una licenza operativa. Il gasdotto è stato fin dal suo concepimento al centro di polemiche e opposizioni, soprattutto da parte di Stati Uniti e alcuni Paesi europei, in quanto renderebbe l’Europa troppo dipendente dagli approvvigionamenti russi.

Nord Stream 2 AG, con sede in Svizzera, ha deciso di non trasformare la sua forma giuridica esistente, ma di fondare una filiale di diritto tedesco esclusivamente per governare la parte tedesca del gasdotto. L‘iter di certificazione resterà sospeso fino a quando i principali asset e risorse umane non saranno stati trasferiti alla controllata e la Bundesnetzagentur non sarà in grado di verificare se la documentazione ripresentata dalla controllata, in quanto nuovo richiedente, è completa, viene sottolineato in una nota. Soddisfatti tali requisiti, la Bundesnetzagentur potrà riprendere il proprio esame nel restante quadrimestre previsto dalla legge.

Il Ministero federale dell’economia e dell’energia (BMWi) e la Commissione europea sono stati informati in anticipo della decisione della Bundesnetzagentur. Nord Stream 2 ha detto di aver ricevuto una notifica dall’autorità tedesca, aggiungendo: “Non siamo nella posizione di commentare sui dettagli della procedura, la sua possibile durata e l’impatto che potrà avere sulle tempistiche dell’avvio delle operazioni del gasdotto”.

Dopo la pubblicazione della decisione della Bundesnetzagentur, i prezzi del gas olandese, considerato il benchmark europeo, sono aumentati dell’11% a oltre 89 euro al megawattora, per poi assestarsi su un +9% poco sotto quota 88 euro al megawattora. Al contempo, i futures sul gas naturale statunitensi sono in rialzo del 3% a 5,17 dollari, scambiando sui massimi da inizio novembre.

La capacità del Nord Stream 2 è di 55 miliardi di metri cubi di gas all’anno. La capacità aggregata di Nord Stream e Nord Stream 2 è quindi di 110 miliardi di metri cubi di gas all’anno. Passando per il Mar Baltico, il gasdotto permette alla Russia di evitare l’Ucraina nel passaggio del gas in Europa. Il progetto, guidato da Gazprom, vede la partecipazione di Royal Dutch Shell, Wintershall (BASF), Uniper, OMV ed Engie.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Certificazione Nord Stream 2 sospesa da autorità tedesca. Gas balza d...