Ceramica, il meglio del Made in Italy al Maison&Objet di Parigi

(Teleborsa) – Conto alla rovescia per Maison&Objet, il salone internazionale dedicato al mondo del design, della decorazione e dell’interior, in programma a Parigi due volte l’anno (gennaio e settembre). L’edizione di gennaio 2018 si terrà dal 19 al 23 gennaio e vedrà in primo piano la ceramica made in Italy con la presenza di ben 23 aziende ed il patrocinio dell’Istituto per il Commercio Estero (ICE).

Le passate edizioni di Maison&Objet hanno registrato un grandissimo successo, con una crescita costante e a doppia cifra dei visitatori ed un crescente interesse dai paesi terzi come la Russia, il Giappone ed il Brasile, ma anche Stati Uniti e alcuni Paesi asiatici (Cina e Sud Corea in primis).

Con quasi 2.870 espositori, il 60% dei quali di provenienza internazionale, e un’area di oltre 250 mila metri quadri, Maison&Objet Paris ha superato l’anno scorso le 85mila presenze. Grazie ai suoi otto Padiglioni, vanta una ricca proposta che comprende l’interior decoration, dal contemporaneo al classico, il mondo degli accessori, quello della tavola e della cucina, il tessile, l’etno chic, il lusso e il design.

Per l’Italia è un evento importantissimo, dato che nel 2016 la Francia ha rappresentato il secondo mercato estero più importante per l’industria ceramica italiana con il 14% delle esportazioni mondiali. 

L’iniziativa promossa da Confindustria Ceramica, l’associazione che riunisce i produttori industriali di ceramica italiana, ed organizzata da ICE, l’agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, in collaborazione con Edi.Cer, intende anche quest’anno creare un’occasione d’incontro fra il settore della piastrella ceramica italiana e gli operatori internazionali del mondo dell’interior design.


Nel Padiglione 5B Actuel della fiera, su una superficie complessiva di 300 metri quadrati, saranno presenti due stand collettivi firmati Ceramics of Italy / ICE, per ospitare le aziende partecipanti: Atlas Concorde, Caesar, Casa Dolce Casa, Casalgrande Padana, Ceramica Sant’Agostino, Ceramiche Refin, Cotto d’Este, Edimax Gruppo Beta, Emilgroup, Fap Ceramiche, Fincibec, Floor Gres, Gambini Group, Gigacer, La Fenice, Litokol, Marazzi, Marca Corona, M.I.P.A., Ornamenta, Panaria, Rex, Vallelunga.

Esponendo una grande varietà di prodotti e mostrando le più innovative collezioni, queste aziende rappresentano un panorama completo dell’offerta italiana di piastrelle di ceramica. Le due aree, il cui allestimento è a cura dello studio di progettazione D&L Donegani e Lauda, contengono al loro interno anche un punto informativo Ceramics of Italy / ICE, utile a conoscere meglio le caratteristiche della ceramica italiana e le infinite opportunità di utilizzo.

All’edizione di quest’anno anche il concorso Rising Talents Awards sarà all’insegna del made in Italy. Il cpontest seleziona ogni anno sei giovani promesse, che saranno affiancate da altrettanti grandi nomi del settore. In questa edizione un tributo all’Italia con sei grandi talenti del bello e ben fatto italiano in qualità di mentor: Andrea Branzi, Giulio Cappellini, Rosita Missoni, Piero Lissoni, Luca Nichetto e Rossana Orlandi.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ceramica, il meglio del Made in Italy al Maison&Objet di Parigi