Centrodestra, ad Arcore “prove di pace”. Berlusconi e Salvini due ore di colloquio

(Teleborsa) – Centrodestra, si discute in cerca di pace. Berlusconi e Salvini ad Arcore a colloquio per due ore, presenti Tajani e Giorgetti. Si è riparlato di Foà Presidente della Rai e di alleanza per le amministrative del prossimo anno. Passi avanti, ma nulla di definitivo, anche perché per l’accordo è indispensabile l’assenso di fratelli d’Italia, e la Meloni non era presente.

Poi quando le posizione del Cavaliere e del leader del Carroccio, nonché vicepremier e Ministro dell’Interno, si sono fatte più vicine, i “due” insieme hanno chiamato al telefono “Giorgia”. E così si è deciso per un “vertice” chiarificatore a tre convocato in settimana.

Silvio Berlusconi si è mostrato “possibilista”, contrariamente come era stato sino a ora, sulla nomina di Marcello Foa a Presidente della Radiotelevisione italiana, clamorosamente bocciata in Commissione di Vigilanza proprio per l’opposizione di Forza Italia. Il cambio di opinione sarebbe legato alla garanzia di Salvini a Berlusconi della “salvaguardia” delle sue aziende, in primo luogo sul tetto della pubblicità. E poi sulla flax tax. Mentre l’intesa di presentarsi uniti alle amministrative è stata già pubblicamente già sancita da tempo.

Sul “tetto della pubblicità” grava però l’incognita della posizione dei Cinque Stelle nel caso di una forzatura dell’uomo di via Bellerio per far contento il Cavaliere. Matteo Salvini è sempre più per la politica dei cosiddetti “due forni”, mostrandosi sempre deciso a evitare la rottura con Di Maio e di portare a termine insieme i 5 anni di legislatura. Programma ambizioso, ma non certo facile.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Centrodestra, ad Arcore “prove di pace”. Berlusconi e Salv...