CDP, il Tesoro indica Scannapieco come AD e sostiene Gorno Presidente

(Teleborsa) – Il ministero dell’Economia e delle Finanze ha indicato Dario Scannapieco per il ruolo di amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti (CDP) al posto dell’attuale AD Fabrizio Palermo. Il Tesoro ha inoltre sostenuto, all’interno di una lista unica, i nominativi designati dalle Fondazioni, che indicano Giovanni Gorno Tempini come presidente.

In particolare, si legge in una nota del MEF, i nominativi per la nomina del nuovo consiglio di amministrazione di CDP sono: Dario Scannapieco, Fabiana Massa Felsani, Anna Girello Garbi, Giorgio Toschi, Livia Amidani Alibertie Fabrizia Lapecorella. I nominativi designati dalle Fondazioni sono Giovanni Gorno Tempini (Presidente), Matteo Melley e Alessandra Ruzzu. Il ministero dell’Economia e delle Finanze controlla CDP con l’82,77% del capitale, il 15,93% è in mano alle fondazione bancarie, mentre l’1,3% sono azioni proprie.

Dario Scannapieco è un economista italiano, vicepresidente della Banca europea degli investimenti dal 2007 e presidente del consiglio di amministrazione del Fondo europeo per gli investimenti dal 2012. In precedenza, Scannapieco ha ricoperto incarichi di rilievo presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze: dal 2002 in qualità di Dirigente Capo della Direzione Finanza e Privatizzazioni, e dal 1997 al 2002 quale Consigliere del Direttore Generale. Ha iniziato la sua carriera nel 1992 presso la Direzione Pianificazione e Controllo Strategico di Telecom Italia.

Scannapieco ha studiato Economia e Commercio presso la Libera Università Internazionale degli Studi Sociali di Roma (1987–1992), ovvero la LUISS, e presso la Harvard Graduate School of Business Administration di Boston (1995-1997) dove ha conseguito il Master in Business Administration (MBA).

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

CDP, il Tesoro indica Scannapieco come AD e sostiene Gorno Presidente