Cauti i mercati del Vecchio Continente, Piazza Affari inclusa

(Teleborsa) – Poco mossa la borsa di Milano, che si allinea all’andamento cauto mostrato dalle altre borse di Eurolandia, dopo le decisioni ieri della Federal Reserve di lasciare i tassi invariati e le parole del presidente, Jerome Powell, sulla necessità di continuare a sostenere l’economia.

Sul mercato valutario, stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,212. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.778,1 dollari l’oncia. Segno più per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento dello 0,74%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +106 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,84%.

Tra le principali Borse europee Francoforte riporta un moderato -0,17%; si muove in territorio positivo Londra, mostrando un incremento dello 0,70%, mentre Parigi avanza dello 0,55%. Sostanzialmente stabile Piazza Affari, che continua la sessione sui livelli della vigilia, con il FTSE MIB che si ferma a 24.464 punti; sulla stessa linea, resta piatto il FTSE Italia All-Share, con le quotazioni che si posizionano a 26.777 punti.


Tra i best performers di Milano, in evidenza STMicroelectronics (+2,45%) nel giorno della pubblicazione dei conti, seguita da A2A (+2,19%), Hera (+1,43%) e Atlantia (+1,27%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Tenaris, che continua la seduta con -8,24% penalizzata dai risultati annunciati stamane prima dell’avvio del mercato.

Vendite su Saipem, che registra un ribasso del 2,76%.

Seduta negativa per Stellantis, che mostra una perdita dell’1,75%.

Sotto pressione Banco BPM, che accusa un calo dell’1,25%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Mediaset (+4,48%), Tod’s (+2,67%), Italmobiliare (+2,07%) e Autogrill (+1,79%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Maire Tecnimont, che continua la seduta con -2,48%.

Scivola Technogym, con un netto svantaggio dell’1,76%.

In rosso Bff Bank, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,16%.

Spicca la prestazione negativa della Doria, che scende dell’1,03%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cauti i mercati del Vecchio Continente, Piazza Affari inclusa