Caterpillar paga lo scotto della crisi internazionale ma è ottimista sul 2016

(Teleborsa) – I risultati di Caterpillar non sono stati positivi, a causa dell’impatto della crisi internazionale degli Emergenti e del crollo dei mercati delle materie prime, ma il mercato ha accolto positivamente la promessa di utili solidi nel 2016, pur a fronte di un taglio delle stime sulle vendite.

Il titolo Caterpillar oggi è una delle migliori Blue Chips americane e segna un rialzo prossimo al 3%.

Nel quarto trimestre, il colosso statunitense dei mezzi da lavoro ha riportato una perdita di 87 milioni di dollari, equivalente a 15 cent per azione, a fronte di un utile di 757 milioni di dollari, pari a 1,23 dollari per azione, relativo allo stesso periodo dell’anno precedente. Escludendo voci straordinarie, l’EPS è sceso a 74 cent dagli 1,35 dollari precedenti, ma supera le attese di 69 cent.

Il fatturato è calato del 28% a 11,03 miliardi di dollari dai 14,24 miliardi dell’anno prima e risulta leggermente sotto il consensus di 11,43 miliardi.

Caterpillar ha tagliato le stime sulle vendite, prevedendo un calo del fatturato del 10% a 40-44 miliardi, a fronte di una stima precedente che indicava una flessione del 5%, ma prevede utili solidi per il 2016 attorno ai 4 dollari per azione, rispetto ai 3,48 dollari attesi.

Caterpillar paga lo scotto della crisi internazionale ma è ottimista sul 2016
Caterpillar paga lo scotto della crisi internazionale ma è ottimista ...