Catalogna, Puigdemont: “Non chiedo asilo politico”

(Teleborsa) – Riflettori ancora puntati sulla questione catalana.

L’ex Presidente della Catalogna, Carles de Puigdemont chiarisce la sua posizione dicendo che non sta cercando di sfuggire alla Giustizia. Ieri, 30 ottobre 2017, il Procuratore generale dello Stato spagnolo, José Manuel Maza, ha annunciato il deposito di due denunce contro i politici responsabili della dichiarazione di indipendenza della Catalogna per ribellione, sedizione, appropriazione indebita e altre questioni. Per il momento il procuratore generale non ha chiesto l’arresto preventivo dei politici coinvolti nella vicenda.

Puigdemont, che ora si trova a Bruxelles insieme a cinque suoi consiglieri, ha parlato durante una conferenza stampa, accusando Madrid di aver chiuso al dialogo con la Catalogna. “Alla comunità internazionale, all’Europa, chiedo che reagisca: Il caso e la causa catalana mettono in questione i valori su cui si basa l’Europa”, ha chiosato.

E mentre il Governo spagnolo indice nuove elezioni regionali in Catalogna per il 20 dicembre, l’avvocato di Puigdemont da Bruxelles fa sapere che per il momento l’ex Presidente non ha intenzione di chiedere asilo al Belgio.

Catalogna, Puigdemont: “Non chiedo asilo politico”