Cashback, picco di accessi: problemi all’app IO

(Teleborsa) – Soltanto nelle prime ore della mattina di oggi ci sono state quasi mezzo milione di nuove richieste di aggiunta di una carta nella sezione Portafoglio dell’app IO, con picchi di circa 6000 accessi al secondo, secondo i numeri resi noti da Palazzo Chigi. “Al momento, sono già circa 1 milione gli utenti che hanno caricato un metodo di pagamento e stanno attivando il Cashback. Sono numeri impressionanti – sottolineano fonti del Governo – Questi imponenti flussi di traffico che insistono sulla sezione Portafoglio dell’app IO stanno causando alcuni problemi che si risolveranno a breve”.

Molti italiani stanno provvedendo ad attivare le funzionalità dell’app IO perchè domani inizia il primo periodo sperimentale del programma Cashback, detto “Extra Cashback di Natale“. Dall’8 al 31 dicembre 2020, si avrà diritto ad ottenere il 10% di rimborso sulle spese effettuate con pagamenti elettronici in negozi fisici, fino ad un massimo di 150 euro. Per partecipare è necessario possedere lo Spid o carta d’identità digitale, scaricare l’app IO e registrare le proprie carte alla sezione Portafoglio, indicando l’IBAN su cui si desidera ricevere il rimborso.

Sono proprio queste ultime azioni che stanno creando i problemi maggiori. Al momento si stanno riscontrando rallentamenti generali e per molti utenti è impossibile accedere alla sezione Portafoglio e registrare le proprie carte da utilizzare per i pagamenti ai fini del cashback, anche secondo quanto denunciato dal Codacons.

Non è comunque necessario attivare il Cashback nella giornata di oggi: sarà possibile iscriversi in qualsiasi momento, anche se più tardi ci si iscrive meno tempo si ha per acculare transazioni utili ad ottenere il rimborso.

Il picco delle ultime ore era prevedibile se si considera che solo nell’ultima settimana (1-5 dicembre) ci sono stati oltre 1,5 milioni di download dell’app IO, con oltre 300mila nuovi strumenti di pagamento aggiunti, secondo quanto reso noto questa mattina da PagoPa.

Il sistema diventerà pienamente operativo a partire dal 1° gennaio, per tre periodi successivi di sei mesi. Per ogni periodo sarà possibile ottenere un rimborso fino ad un massimo di 150 euro, ma è previsto anche un “Super Cashback“, ovvero la possibilità di vedersi rimborsare fino a 1.500 euro ai primi 100mila cittadini che faranno più transazioni.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cashback, picco di accessi: problemi all’app IO