Cartelle esattoriali, ok a mini-rinvio

(Teleborsa) – Invio delle cartelle esattoriali sospeso per un altro mese: secondo quanto si apprende da fonti del Governo, in Consiglio dei Ministri è arrivato il semaforo verde al decreto di proroga fino alla fine di febbraio. Il provvedimento potrebbe essere “travasato” per la conversione nel decreto Milleproroghe.

Quella trovata sulle cartelle esattoriali non è “la soluzione ottimale” perché sarebbero servite “misure più articolate”. A dirlo, secondo quanto si apprende, il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri durante il CdM in cui ha proposto il mini-rinvio di un mese. Si tratta, avrebbe sottolineato con i colleghi il titolare di Via XX Settembre, di uno degli “effetti dannosi” della crisi, che impedisce di assumere decisioni che richiedano “valutazioni politiche impegnative“.

“Essere nel mezzo di una crisi, mentre dovremmo poter aiutare famiglie e imprese, durante la pandemia è folle. Avremmo voluto, in questi giorni, poter proseguire nell’azione che avevamo già intrapreso”. Questo il commento del Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze, Laura Castelli.

“Oggi non si poteva fare diversamente – aggiunge -, per questo è positivo che il CDM abbia deciso per il rinvio di un mese, fino al 28 febbraio, della sospensione dell’invio e riscossione di atti esattoriali e cartelle”. “Un Governo nel pieno delle funzioni – conclude – potrà così affrontare, in modo organico, ed all’interno di un disegno complessivo, il tema“.

CNA – si legge in una nota – “accoglie positivamente lo stop fino a fine febbraio dell’invio delle cartelle esattoriali deciso dal Consiglio dei Ministri. Il rinvio di per sé non è sufficiente e dovrà rappresentare una finestra temporale da utilizzare per definire una rimodulazione delle cartelle coerente con la difficile situazione che sta vivendo l’economia a causa della pandemia”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cartelle esattoriali, ok a mini-rinvio