Cartabia: “Costituzione bussola nell’emergenza”

(Teleborsa) – La Costituzione come bussola nell’emergenza Covid-19 e la fase successiva, la cosiddetta fase 2, e la “leale” collaborazione di tutte le Istituzioni come chiave per affrontare il momento difficile del Paese.

Sono i passaggi chiave della relazione della Presidente della Corte Costituzionale, Marta Cartabia, sulle attività della Corte 2019, in cui vengono tracciate le tendenze della giurisprudenza costituzionale.

“La piena attuazione della Costituzione richiede un impegno corale, con l’attiva, leale collaborazione di tutte le Istituzioni, compresi Parlamento, Governo, Regioni, Giudici. Questa cooperazione è anche la chiave per affrontare l’emergenza”, ha detto Cartabia definendo la Carta la “bussola” per gestire l’emergenza Coronavirus e la fase successiva “affinché l’azione e le energie di tutta la comunità nazionale convergano verso un unico, condiviso obiettivo”.

La relazione si apre con un “pensiero di sentita partecipazione al dolore per la scomparsa di migliaia di nostri concittadini e di sincera gratitudine” per tutti coloro che in questo non facile frangente assicurano i servizi essenziali della Repubblica con competenza, coraggio e generosità”, in particolare “al personale medico e infermieristico” a cui la Presidente, guarita dal Covid-19, ha voluto esprimere il suo personale ringraziamento.

Cartabia ha poi ricordato che “la nostra Costituzione non contempla un diritto speciale per lo stato di emergenza” e che la nostra Repubblica ha attraversato varie situazioni di crisi, a partire dagli anni della lotta armata, “senza mai sospendere l’ordine costituzionale”, ma modulando i principi sui criteri di “necessità, proporzionalità, bilanciamento, giustiziabilità e temporaneità” .

Oggi “l’intera Repubblica e tutte le sue Istituzioni – politiche e giurisdizionali, statali, regionali, locali – stanno indefessamente lavorando nella cornice europea per il comune obiettivo di servire al meglio le esigenze dei singoli cittadini e dell’intera comunità” e devono continuare ad agire nello spirito indicato dal Capo dello Stato, che – ricorda Cartabia – ha chiesto “coinvolgimento, condivisione, concordia, unità di intenti”

I momenti di emergenza richiedono un sovrappiù di responsabilità ad ogni autorità e in particolare agli operatori dell’informazione, che svolgono un ruolo decisivo per la vita sociale e democratica”, ha sottolineato la Presidente che ha ricordato come la Corte abbia assicurato “la continuità della giustizia costituzionale“.

La Consulta, infatti, continua infatti a svolgere le sue attività essenziali, riunendosi prevalentemente da remoto, “secondo modalità idonee a contenere lo spostamento fisico di persone e al contempo assicurare la continuità e il tempestivo esercizio della funzione di giustizia costituzionale, nel pieno rispetto del contraddittorio”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cartabia: “Costituzione bussola nell’emergenza”