Carnival, perdita di 2 miliardi di dollari nel secondo trimestre

(Teleborsa) – Il gruppo crocieristico statunitense Carnival ha registrato una perdita di 2 miliardi di dollari nel secondo trimestre dell’anno, terminato il 31 maggio. Nello stesso periodo del 2020, la società aveva perso quasi 2,4 miliardi di dollari. Carnival ha chiuso il secondo trimestre con 9,3 miliardi di dollari in contanti e investimenti a breve termine, in calo rispetto a 11,5 miliardi di dollari alla fine del primo trimestre, poiché ha speso molto per preparare la ripartenza delle sue navi.

“Stiamo lavorando in modo aggressivo sul nostro percorso per riportare la nostra intera flotta operativa entro la prossima primavera – ha commentato il presidente e amministratore delegato di Carnival – Finora, abbiamo annunciato che 42 navi, che rappresentano oltre la metà della nostra capacità, hanno in programma di tornare a servire gli ospiti entro la fine dell’anno fiscale. Nelle prossime settimane arriveranno altri annunci sul ritorno al servizio”.

I volumi di prenotazione per le crociere durante il secondo trimestre del 2021 sono stati superiori del 45% rispetto ai volumi di prenotazione durante il primo trimestre del 2021. Le prenotazioni anticipate cumulative per l’intero anno 2022 sono superiori a quelle del 2019, nonostante la pubblicità o il marketing limitati.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Carnival, perdita di 2 miliardi di dollari nel secondo trimestre