Carnival crolla a Wall Street dopo il profit warning

(Teleborsa) – Avvio di ottava da incubo per Carnival, che sta cedendo al Nyse quasi 9 punti percentuali.

L’operatore di crociere ha alzato il velo sul bilancio del secondo trimestre, che si è chiuso con un utile netto di 561 milioni di dollari, o 78 cent ad azione, in miglioramento rispetto ai 379 milioni, o 52 cent, dello stesso periodo dell’anno precedente. Al netto delle poste straordinarie l’utile netto adjusted passa da 52 a 68 centesimi e batte le stime degli analisti di 59 centesimi.

Sopra il consensus anche i ricavi, saliti a 4,36 miliardi di dollari rispetto ai 3,95 miliardi del secondo trimestre del 2017 grazie all’aumento del prezzo dei biglietti che ha più che compensato il calo delle entrate a bordo.

A provocare la fuga degli investitori è stato il taglio della guidance per l’intero esercizio: Carnival stima ora un utile per azione adjusted di 4,15-4,25 dollari rispetto ai 4,20-4,40 dollari attesi in precedenza. Il nuovo range è al di sotto dei 4,36 dollari indicati dagli analisti.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Carnival crolla a Wall Street dopo il profit warning