Cariche sociali, le 350 poltrone in scadenza da Invitalia a Sace

(Teleborsa) – Un totale di 350 poltrone da assegnare. La lista comprende 49 società partecipate dal Mef o dalle sue controllate il cui cda o vertice gestionale è in scadenza con le assemblee previste in primavera, per un totale di 230 poltrone, alla quale si aggiungono 41 società, che solo in parte coincidono con le precedenti, in cui scade il collegio sindacale, l’organo di vigilanza, per ulteriori 120 poltrone. È quanto emerge da un’indagine realizzata dal Sole 24 Ore a integrazione della lista recentemente pubblicata dal Mef.

Si parte da Invitalia, agenzia pubblica (100% Mef) per l’attrazione degli investimenti esteri, il cui cda di cinque componenti, scadrà con l’assemblea degli azionisti che tra pochi mesi dovrà approvare il bilancio 2021. Una prova per l’amministratore delegato Domenico Arcuri che dovrà affrontare di nuovo il giudizio di Mario Draghi e del suo consigliere Francesco Giavazzi.

Tra le società di primo piano le cui poltrone sono in scadenza – come rileva il quotidiano di Confindustria – figurano le quotate Snam (9 consiglieri), Italgas (9) e Fincantieri (10). La prima vede candidato al terzo mandato l’attuale ad Marco Alverà; all’Italgas scade il cda guidato da Paolo Gallo, ex ad di Acea e di Grandi Stazioni; Fincantieri vede la poltrona dell’ad Giuseppe Bono (78 anni il 23 marzo), il più longevo top manager pubblico in carica, è alla guida della società dal 29 aprile 2002, contesa tra il dg Fabio Gallia e il direttore della divisione navi militari, Giuseppe Giordo.

In scadenza anche il cda di Sace. Dopo le dimissioni del presidente Rodolfo Errore e la designazione del successore Mario Giro, con l’assemblea dovrà essere nominato tutto il consiglio, di nove componenti. Scadono, inoltre, il cda di Simest; di Sport e Salute; sono da rinnovare i cda di 26 società controllate dalle Fs e sette dalla Cdp, tra cui Ansaldo Energia.

La lista del Sole 24 Ore comprende, infine, vari collegi sindacali. Si va dal collegio di Fs, presieduto da Alessandra dal Verme, a quelli di Rai, presieduto da Carmine Di Nuzzo e di Cdp, Poste, Enav, Consip.

Scade Lucia Morselli nel supervisory board di St Microelectronics e, all’Inps, il mandato della dg Gabriella Di Michele per la cui successione è in pole il dg vicario, Vincenzo Caridi.