Carburanti, risparmiati dalle famiglie 4 miliardi grazie al crollo dei prezzi

Accelera il consumo di benzina da parte degli italiani, per effetto di una maggiore convenienza generata dal calo dei prezzi alla pompa. Gli esperti del Centro Studi Promotor stimano che sono stati risparmiati dagli italiani 4 miliardi di euro, grazie al crollo delle quotazioni del greggio.

In particolare, CSP segnala un’accelerazione dei consumi degli italiani di benzina e gasolio auto, che tra il 2007 e il 2014 si erano ridotti del 20%. L’inversione di tendenza è avvenuta a cavallo tra il 2014 e il 2015 e ha portato nei primi cinque mesi di quest’anno a una crescita dei consumi dei due carburanti dello 0,3%. Nel trimestre estivo il recupero ha però fortemente accelerato con incrementi del 6,5% in giugno, del 4,1% in luglio e del 4,2% in agosto.

Sulla base di elaborazioni compiute sulla sua banca dati, il Centro Studi Promotor ha tracciato un consuntivo dei consumi e della spesa per benzina e gasolio auto nei primi otto mesi dell’anno, che evidenzia un incremento dei consumi dell’1,9% ed un calo della spesa del 9,7% e quindi con un esborso alla pompa degli italiani di 37,7 miliardi contro i 41,774 miliardi spesi nel gennaio-agosto 2014.

Ovviamente il calo della spesa a fronte dell’incremento dei consumi è dovuto alla diminuzione dei prezzi medi alla pompa: -9,6% per la benzina e del -12% per il gasolio. Questo andamento virtuoso ha consentito agli italiani di risparmiare nei primi otto mesi dell’anno ben 4 miliardi e 58 milioni di euro pur consumando di più.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Carburanti, risparmiati dalle famiglie 4 miliardi grazie al crollo dei...