Capri, boom di turisti stranieri: aumento del 50%

(Teleborsa) – Che gli stranieri siano letteralmente rapiti dalle bellezze dello Stivale è cosa nota: un fascino quello del BelPaese che sembra intramontabile con alcune mete che rappresentano un fiore all’occhiello, capace di attrarre da sempre flussi e flussi di turisti.

A Capri, dal 2014 ad aprile 2019, la presenza di turisti internazionali è aumentata del 50%, un andamento trainato prevalentemente dal turismo statunitense, che nel 2018 rappresenta la prima nazionalità con un peso del 49% del mercato del Tax Free Shopping.

Sono alcuni dei dati presentati da Global Blue, nel corso dell’evento “Il turismo internazionale a Capri e nella costiera amalfitana: i dati del mercato” che si è svolto oggi, mercoledì 22 maggio, nella splendida isola di Capri e organizzato in partnership con American Express. Un workshop che ha visto anche la partecipazione del Direttore generale di Federturismo Confindustria, Antonio Barreca, e di Patrick Horne, Chief of Political and Economic Office del Consolato Generale Americano a Napoli.

Le città italiane più amate dai turisti stranieri nel 2018 risultano essere Roma, Milano, Firenze, Venezia e Capri e Costiera Amalfitana, con una crescita dello spesa complessiva del 6% anno su anno.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Capri, boom di turisti stranieri: aumento del 50%