Caos Brexit, cinque Ministri pronti a dimettersi in caso di No Deal

(Teleborsa) – Quando mancano ormai 20 giorni alla data del Leave, fissata al 31 ottobre, si ingarbuglia sempre più la matassa Brexit con il Premier Johnson alle prese con un’altra grana – ormai l’elenco è lunghissimo – pronta a esplodere: in caso di No Deal, secondo quanto riportato dalla stampa inglese, cinque ministri sono già su una “lista di dimissionari” insieme a un gran numero di parlamentari Tories, intenzionati a dimettersi.

UE: CONCESSIONI BACKSTOP – Secondo fonti europee citate dal Times,l’Unione Europeasarebbe pronta a fare una concessione sul backstop irlandese, per facilitare un accordo dell’ultima ora con Boris Johnson: introdurre un meccanismo per permettere all’Assemblea dell’Irlanda del Nord (il Parlamento “devoluto”) di revocare unilateralmente il cosiddetto “backstop” irlandese, trascorso un certo periodo di tempo. La data individuata dovrebbe essere il 2025.

Pessimista Leo Varadkar, Premier dell’Irlanda, secondo cui sarà “molto difficile” per Regno Unito ed Unione Europea raggiungere un accordo sulla Brexit prima della scadenza del 31 ottobre. Intervistato dall’emittente irlandese Rte, Varadkar – che oggi dovrebbe incontrare il Premier britannico – ha parlato di “grossi divari” ancora esistenti tra le parti.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Caos Brexit, cinque Ministri pronti a dimettersi in caso di No De...