Canada, l’inflazione resta debole a giugno

(Teleborsa) – Vendite al dettaglio in aumento in Canada e superiori alle stime degli analisti. Secondo quanto rilevato dall’ufficio di Statistica canadese i consumi sono cresciuti dello 0,6%, nel mese di giugno, ben oltre il +0,2% indicato dal consensus. A maggio, i consumi erano salite dello 0,7%. Si tratta di un dato rivisto al ribasso rispetto al +0,8% della prima lettura.

Sempre a giugno, l’inflazione invece risulta debole mostrando una flessione dello 0,1%. Il dato è in linea con le stime degli analisti, e si confronta con il +0,1% di maggio. Su base annuale, i prezzi al consumo sono saliti dell’1% seppur frenando dal +1,3% della precedente rilevazione.

A metà luglio, la banca centrale canadese ha alzato i tassi di interesse. Si è trattato della prima volta in 7 anni. L’istituto guidato da Poloz ha portato il costo del denaro allo 0,75% dall’attuale 0,5%. Gli ultimi dati macroeconomici del Paese, hanno mostrato una economia in accelerazione e ben oltre le aspettative, nei primi tre mesi del 2017.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Canada, l’inflazione resta debole a giugno