Canada, l’inflazione non decolla

La debole crescita del Canada non fa decollare l’inflazione.

Nel mese di agosto, i prezzi al consumo sono cresciuti dell’1,3%, stesso incremento registrato a luglio. I prezzi dell’energia hanno continuato a crescere moderatamente sulla scia del calo del 12,6% delle quotazioni della benzina. A sostenere il rialzo dell’inflazione è stato soprattutto l’aumento dei prezzi relativi ai prodotti alimentari.

Su base destagionalizzata, l’indice dei prezzi al consumo ha registrato una variazione positiva dello 0,1% dopo l’aumento dello 0,2% di luglio. Quanto all’indice “core”, ovvero calcolato al netto delle componenti più volatili, è salito del 2,1% su base annuale dopo il +2,4% di luglio.

Nei giorni scorsi, la Bank of Canada (Banca centrale) ha confermato i tassi di interesse allo 0,5%, dopo il taglio adoperato lo scorso luglio. L’economia del Canada è ufficialmente caduta in recessione sulla scia del crollo dei prezzi del petrolio.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Canada, l’inflazione non decolla