Canada, il PIL dipinge un quadro economico a tinte fosche

(Teleborsa) – Il PIL del terzo trimestre dipinge un quadro economico debole per il Canada. 

L’economia del Paese, duramente colpita dal calo dei prezzi del petrolio e di altre materie prime, ha registrato un’espansione grazie alla buona tenuta delle esportazioni e alla spesa dei consumatori. 

Il Prodotto interno lordo è cresciuto del 2,3% su base annua, nel terzo trimestre, secondo quanto comunicato dall’ufficio di statistica canadese. Il dato supera le attese degli analisti, ma è inferiore alle stime rilasciate dalla Banca centrale del Canada che aveva previsto un’espansione del 2,5%. Su base mensile, il PIL è sceso dello 0,5%, segnando il più grande declino mensile da marzo 2009.

Le esportazioni hanno guidato la crescita del terzo trimestre, crescendo del 2,3%. Le importazioni, invece, sono scese dello 0,7%. La spesa delle famiglie è aumentata dello 0,4% anche se in rallentamento dopo l’incremento dello 0,6% precedente. Gli acquisti di beni durevoli come gli elettrodomestici sono aumentati del 2,3%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Canada, il PIL dipinge un quadro economico a tinte fosche