Campari in pole nel FTSE MIB dopo i conti

(Teleborsa) – Il Gruppo Campari ha registrato nei primi nove mesi dell’anno vendite nette pari a 1.282,5 milioni, con una variazione organica pari al -2,8%. Variazione totale pari al -1,6%, con un effetto perimetro positivo che compensa un effetto cambi negativo.

L’EBIT rettificato si attesta a 248,5 milioni, con una flessione organica del 15,1% mentre l’utile prima delle imposte rettificato è pari a 220 milioni (-15,1%). L’Utile del Gruppo è pari a 190,2 milioni, in calo del 22,4%.

Il Debito finanziario netto si attesta a 1.068,2 milioni al 30 settembre 2020, in aumento di 290,8 milioni rispetto a 777,4 al 31 dicembre 2019.

“Con la progressiva rimozione delle misure restrittive verso la fine del secondo trimestre, la performance del Gruppo nel terzo trimestre ha ampiamente beneficiato dell’effetto legato all’incremento dei consumi durante le vacanze trascorse nei paesi d’origine anziché all’estero. Questo effetto ha avuto un impatto particolarmente positivo sul business degli aperitivi nel loro picco di stagionalità estiva nei principali mercati con elevata esposizione al canale on-premise, in particolare l’Italia. L’effetto è stato spinto anche da condizioni meteorologiche favorevoli, mentre l’andamento dei consumi dei brand ha continuato a essere positivo nel canale off-premise”.

Alla luce dei risultati il titolo Campari si muove in buon rialzo e mostra un progresso di oltre 2 punti percentuali collocandosi in vetta al principale paniere FTSE MIB.

Il confronto del titolo con il FTSE MIB, su base settimanale, mostra la maggiore forza relativa dell’azienda attiva nel settore beverage rispetto all’indice, evidenziando la concreta appetibilità del titolo da parte dei compratori.

Nuove evidenze tecniche classificano un peggioramento della situazione per Campari, con potenziali discese fino all’area di supporto più immediata vista a quota 9,09 Euro. Improvvisi rafforzamenti scardinerebbero invece lo scenario suesposto con un innesco rialzista e target sulla resistenza più immediata individuata a 9,46. Le attese per la sessione successiva sono per una continuazione del ribasso fino all’importante supporto posizionato a quota 8,881.

(Foto: © Campari)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Campari in pole nel FTSE MIB dopo i conti