Caltagirone Editore riduce il rosso a fine 2017

(Teleborsa) – Caltagirone Editore chiude i conti di fine 2017 con risultati in miglioramento. I ricavi operativi si sono attestati a 144,8 milioni di euro in diminuzione del 5% rispetto al corrispondente dato del 2016 (152,3 milioni di euro). I ricavi diffusionali sono stati pari a 56,2 milioni di euro con una flessione del 5,3%. La raccolta pubblicitaria del Gruppo ha registrato un decremento del 6,2%. In particolare, i ricavi pubblicitari sulle edizioni cartacee si sono ridotti del 6,9%.

Le attività digitali del Gruppo proseguono la loro crescita: +26,5% la vendita di copie ed abbonamenti digitali; il fatturato pubblicitario su internet è pari al 13,7% del fatturato pubblicitario complessivo. 

Riduzione delle perdite. L’Ebitda è negativo per 122 mila euro, ma in miglioramento rispetto al rosso di 1,9 milioni di euro del 2016, e per effetto di oneri non strutturali sul personale al netto dei quali il margine risulterebbe positivo per 3,4 milioni di euro (2,6 milioni di euro nel 2016).

Il risultato netto di gruppo è negativo per 29,6 milioni di euro dopo la svalutazione di immobilizzazioni immateriali a vita indefinita per 35,1 milioni di euro (era negativo per 62,4 milioni di euro nel 2016 dopo la svalutazione di attività immateriali per 45,4 milioni di euro)

La Posizione finanziaria netta, pari a 128,5 milioni di euro, si è ridotta di 5,9 milioni di euro rispetto al dato al 31 dicembre 2016 (134,4 milioni di euro), principalmente per effetto del fabbisogno finanziario legato agli investimenti in immobilizzazioni tecniche e ai piani di ristrutturazione aziendale al netto dell’incasso dei dividendi su azioni quotate.

Caltagirone Editore riduce il rosso a fine 2017