Calo demografico: nati in progressivo calo nel 2018

(Teleborsa) – Il calo demografico è una piaga che colpisce molti Paesi compresa l’Italia che si candida ad essere sempre più un Paese di “vecchi”: nel 2018 sono stati iscritti all’Anagrafe 439.747 bambini, oltre 18 mila in meno (-4%) rispetto all’anno precedente e quasi 140 mila in meno (-24%) nel confronto con il 2008.

E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto dell’Istat su natalità e fecondità nel 2018. Il calo è attribuibile prevalentemente alla diminuzione dei figli di genitori entrambi italiani (-15.771 unità, l’85,7% del calo dei nati registrato nell’ultimo anno). La quota di nati con almeno un genitore straniero (96.578) è pari al 22% e risulta in diminuzione rispetto al 2012. I nati da genitori entrambi stranieri invece sono 65.444 (14,9% del totale dei nati).

VA SCOMPARENDO ANCHE IL FIGLIO UNICO – Il persistente calo della natalità si ripercuote soprattutto sui primi figli che sono 79 mila in meno (-28%) rispetto al 2008 a poco meno di 205 mila. Complessivamente i figli di ordine successivo al primo sono diminuiti del 20% nello stesso arco temporale.

EFFETTO CRISI E POCHE CHANCE DI VITA – Tra le cause del calo demografico e soprattutto dei primi figli vi è la prolungata permanenza dei giovani nella famiglia di origine, a sua volta dovuta a molteplici fattori: il protrarsi dei tempi della formazione, le difficoltà che incontrano i giovani nell’ingresso nel mondo del lavoro e la diffusa instabilità del lavoro stesso, le difficoltà di accesso al mercato delle abitazioni, una tendenza di lungo periodo ad una bassa crescita economica, oltre ad altri possibili fattori di natura culturale. L’effetto di questi fattori è stato ovviamente amplificato negli ultimi anni dalla crisi economica.

MAMME SEMPRE PIU’ AVANTI CON L’ETA’ – Per quanto concerne la fertilità, il numero medio di figli per donna scende ancora attestandosi a 1,29; nel 2010, anno di massimo relativo della fecondità, era 1,46. L’età media arriva a 32 anni, quella alla nascita del primo figlio raggiunge i 31,2 anni nel 2018, quasi un anno in più rispetto al 2010.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Calo demografico: nati in progressivo calo nel 2018