Cairo Communication chiude 1° trimestre in rosso con impatto RCS

(Teleborsa) – Cairo Communication chiude i conti del 1° trimestre con una perdita netta di 3,1 milioni rispetto all’utile di 1,7 milioni del primo trimestre 2016. Sui conti pesa però l’effetto dole consolidamento di RCS Mediagroup, al netto del quale (perimetro omogeneo) il risultato sarebbe stato positivo per 0,3 milioni. 

Considerando l’attuale perimetro del Gruppo, i ricavi sono pari a circa 289,8 milioni (comprensivi di ricavi operativi lordi per 283,5 milioni e altri ricavi e proventi per 6,3 milioni) in forte crescita rispetto a quelli realizzati nel periodo analogo  dell’esercizio
precedente (Euro 63,6 milioni) principalmente per effetto del consolidamento di RCS che ne ha comportato
un incremento di circa 229,5 milioni.

Il margine operativo lordo (EBITDA) è di 18,4 milioni ed il risultato operativo (EBIT) negativo per 0,2 milioni (rispettivamente 
3,5 milioni ed 1,2 milioni nel primo trimestre 2016).

Il consolidamento del Gruppo RCS nel primo trimestre 2016 avrebbe determinato, per il trimestre chiuso al 31 marzo 2016, maggiori ricavi lordi consolidati di 236 milioni ed un peggioramento del risultato netto consolidato di pertinenza del Gruppo di 13,1 milioni.

A perimetro omogeneo con il 2016, considerando quindi i soli settori del Gruppo editoria periodici Cairo Editore, concessionarie di pubblicità, editoria televisiva La7, Il Trovatore e operatore di rete, i ricavi lordi consolidati sono stati pari a circa 60,5 milioni, in flessione rispetto a quelli realizzati nell’esercizio precedente (63,6 milioni).

Cairo Communication chiude 1° trimestre in rosso con impatto RCS