Buona Scuola, sulle deleghe inizia il countdown per le commissioni parlamentari

(Teleborsa) – Venerdì 17 marzo, giorno dello sciopero della Scuola proclamato dall’Anief, scade il termine ultimo per la  pubblicazione dei pareri sulle Deleghe alla Legge conosciuta come la Buona Scuola. Le commissioni parlamentari hanno, dunque, solo 72 ore di tempo, ma fino ad ora sono state prodotte solo poche modifiche su cultura umanistica e valutazione alunni.

La linea rimane quella iniziale espressa dal Governo.

“Fino ad adesso non siamo stati ascoltati. Tranne che per l’equiparazione del titolo di studio finale della scuola secondaria di primo grado, da assegnare agli alunni con problemi di apprendimento rispetto ai normodotati, i parlamentari hanno assecondato la linea dell’Esecutivo di insistere sulle prove standardizzate e sul sempre maggiore peso ai fini della valutazione degli allievi. Si continua a preferire che l’Invalsi produca delle verifiche standard, ma anche che i docenti e le scuole vengano valutate attraverso i cosiddetti Rav, anziché andare a verificare caso per caso, istituto per istituto, quali sono i motivi che portano al successo o all’insuccesso formativo. Lo ripetiamo: delle fredde schede non possono sovrastare la centralità del territorio, della famiglia, degli agenti socio-culturali. Così si promuove la scuola dell’esclusione e non quella dell’integrazione, proprio l’antitesi di quella che dovrebbe essere la vera buona scuola”, ha dichiarato Marcello Pacifico, Presidente Anief.

Buona Scuola, sulle deleghe inizia il countdown per le commissioni&nbs...