Bufera su Air France-KLM: non decolla l’accordo sui salari, CEO si dimette

(Teleborsa) – “Prendo nota del voto e rassegnerò le dimissioni nei prossimi giorni al Consiglio di Amministrazione di Air France e Air France-KLM“. Così il presidente della compagnia aerea, Jean-Marc Janaillac, subito dopo l’esito del referendum interno, con cui i dipendenti di Air France hanno respinto, a maggioranza, le proposte dell’azienda per un nuovo accordo salariale, presentate lo scorso 16 Aprile.

La consultazione – con voto per via elettronica – era stata promossa proprio da Janaillac. I dipendenti hanno respinto al 55,44% la proposta di accordo della direzione. Ha votato l’80,33% dei dipendenti, 46.771 in tutto.

Questa consultazione era stata avviata per consentire alla società di trovare una via d’uscita dalla situazione di stallo dopo 13 giorni di sciopero che hanno avuto gravi conseguenze per i clienti, il personale e la società, che ha generato perdite già pari ad almeno 300 milioni di euro.

La proposta prevedeva un aumento salariale del 7% in 4 anni, compreso un aumento del 2% quest’anno.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bufera su Air France-KLM: non decolla l’accordo sui salari, CEO ...