BTP Italia, il 73% a investitori italiani

(Teleborsa) – Nell’ambito della tredicesima emissione del BTP Italia, il titolo indicizzato all’inflazione italiana con scadenza a 8 anni, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato che nella prima fase, dedicata agli investitori retail, sono stati conclusi 62.728 contratti. Di questi, il 47% è stato di importo inferiore ai 20 mila euro e il 78% fino a 50.000 euro.

Nella prima fase dedicata al retail (da lunedì 14 a mercoledì 16 maggio) il MEF stima che gli ordini ricevuti e accolti (per oltre 4 miliardi di euro) siano arrivati per il 98% da investitori domestici e il 2% sia stato collocato all’estero. I risparmiatori individuali sono stati leggermente inferiori rispetto al private banking (rispettivamente 49 e 51%).

Nella seconda fase (per 3,65 miliardi di euro) che si è svolta in due ore giovedì 17 maggio, si è registrata una presenza significativa di istituzionali italiani, che ne hanno sottoscritto circa il 73 per cento. Importante è stata anche la quota sottoscritta da investitori residenti in Germania (circa il 14 per cento) e nel Regno Unito (circa l’11 per cento). Il restante 2 per cento circa, è stato collocato presso investitori di altri paesi, principalmente europei.

Circa il 78% dell’ammontare emesso è stato piazzato presso le banche, mentre gli asset manager hanno acquistato l’11 per cento.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BTP Italia, il 73% a investitori italiani