BTP Futura, quarta emissione termina con ordini totali per 3,268 miliardi

(Teleborsa) – Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noto che la quarta emissione del BTP Futura (novembre 2033) – destinata a finanziare le diverse misure adottate dal Governo per sostenere la crescita economica del Paese – si è conclusa con ordini totali pari a 3.268,240 milioni di euro. Il dato al termine del collocamento è al di sotto dei 5,48 miliardi della precedente edizione, quando fu offerto un titolo a 16 anni.

Per il titolo con godimento 16 novembre 2021 e scadenza 16 novembre 2033, è fissata la serie dei tassi cedolari annui nominali definitivi, rivedendo al rialzo il tasso dal 5° all’8° anno di vita del titolo al fine di tener conto dell’evoluzione delle condizioni di mercato. Pertanto, i tassi cedolari definitivi saranno pari rispettivamente a 0,75% per i primi quattro anni, 1,35% per i successivi quattro anni e 1,70% per i restanti quattro anni di vita. Il regolamento dell’operazione si terrà lo stesso giorno del godimento del titolo.

Nelle cinque giornate di collocamento sono stati conclusi 91.273 contratti a fronte di un importo emesso pari a 3.268,240 milioni di euro, che coincide con il controvalore complessivo dei contratti di acquisto validamente conclusi alla pari sul MOT (il Mercato Telematico delle Obbligazioni e Titoli di Stato di Borsa Italiana) attraverso le due banche dealer Intesa Sanpaolo e Unicredit durante il periodo di collocamento, che è iniziato il giorno 8 novembre 2021 e si è concluso alle ore 13 della giornata odierna, mediante anche il supporto delle due banche co-dealer Banca Akros e Banca Sella.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BTP Futura, quarta emissione termina con ordini totali per 3,268 milia...