BTP, domanda sostenuta in prima asta dell’era Draghi

(Teleborsa) – L’Italia ha ricevuto ordini per 85 miliardi di euro nella prima emissione di debito da quando Mario Draghi è diventato Presidente del Consiglio, secondo quanto riporta Bloomberg.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha effettuato un’emissione dual tranche mediante sindacato di un nuovo benchmark BTP a 10 anni con scadenza 1° agosto 2031 e di un nuovo benchmark BTP€i a 30 anni (titolo indicizzato all’inflazione dell’area euro) con scadenza 15 maggio 2051.

Le richieste per il BTP a dieci hanni sono state sostenute, anche se minori rispetto alla domanda record di 108 miliardi di euro dello scorso giugno. Gli investitori hanno anche piazzato ordini per 20 miliardi di euro per il bond trentennale indicizzato all’inflazione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

BTP, domanda sostenuta in prima asta dell’era Draghi