Bruxelles boccia gli sconti sulle tasse in Belgio a 35 multinazionali

(Teleborsa) – I vantaggi fiscali selettivi concessi dal Belgio nell’ambito del regime fiscale sugli utili in eccesso sono illegali ai sensi delle norme UE sugli aiuti di Stato. E’ la conclusione a cui è giunta la Commissione europea che spiega come il regime abbia avvantaggiato almeno 35 multinazionali, prevalentemente dell’UE, che ora devono restituire le imposte non versate al Belgio.

Il regime fiscale belga sugli utili in eccesso, in vigore dal 2005, “ha ridotto la base imponibile delle società di una percentuale compresa tra il 50% e il 90%, scontando i cosiddetti utili in eccesso che deriverebbero dall’essere parte di un gruppo multinazionale”.

Dall’indagine approfondita della Commissione iniziata nel febbraio 2015, è emerso che “il regime derogava dalla normale prassi prevista dalla normativa belga sulla tassazione societaria e dal cosiddetto principio di libera concorrenza”. Ciò, precisa l’UE, “è illegale ai sensi delle norme UE sugli aiuti di Stato”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Bruxelles boccia gli sconti sulle tasse in Belgio a 35 multinazionali