Brillante Piazza Affari e gli altri listini europei

(Teleborsa) – Prevalgono gli acquisti nella Borsa di Milano, al pari delle principali Borse Europee. A sostenere il sentiment degli investitori contribuiscono le speranze di una Brexit preceduta da un accordo con l’Unione europea, quindi senza traumi.

Sul mercato Forex, nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,104. L’Oro è in calo (-0,72%) e si attesta su 1.482,2 dollari l’oncia. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 53,55 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +136 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,93%.

Tra i listini europei denaro su Francoforte, che registra un rialzo dell’1,15%. Senza slancio Londra, che negozia con un -0,03%, mentre c’è una accelerazione delle trattative per la Brexit con una possibilità concreta di accordo entro questa sera. Bilancio decisamente positivo per Parigi, che vanta un progresso dell’1,05%. Segno più per il listino italiano, con il FTSE MIB in aumento dell’1,21%.

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori tecnologia (+2,45%), bancario (+2,17%) e servizi finanziari (+1,60%).

Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti chimico (-0,61%) e viaggi e intrattenimento (-0,51%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Pirelli (+3,50%), Unicredit (+3,18%), Banco BPM (+2,80%) e Fineco (+2,71%).

Giù, invece, Juventus, che prosegue le contrattazioni a -1,15%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Banca Generali (+5,74%), Brunello Cucinelli (+5,60%), Anima Holding (+3,40%) e Saras (+3,27%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Interpump -8,02%, dopo i dubbi sollevati sulla crescita nel 3° trimestre da Kepler ed Equita.

(Foto: © Alessandro Landi | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brillante Piazza Affari e gli altri listini europei